Diritti delle donne in cambio di moschee

donne-islamicheIl problema della costruzione di nuove moschee a Milano, con le sue complicazioni dovute ai rapporti con Corte costituzionale, Corte dei conti eccetera e fra Comune e Regione, sembra diventato centrale nel dibattito preelettorale, come se la città non avesse altri e più urgenti problemi, ma tant’è.

Ma forse i candidati sindaco dovrebbero – prima e in cambio di tanto impegno – porre alcuni seri e concreti problemi alle comunità islamiche milanesi, a cominciare dal rispetto sostanziale dei diritti sanciti dalla nostra Costituzione, dalle convenzioni internazionali, dai nostri modelli sociali, a cominciare dai diritti delle donne. Continua a leggere