Chi sono

 

Carlo Maria Lomartire

Milanese e milanista, nato a Rimini da genitori pugliesi, dopo aver fatto diversi altri mestieri sono giornalista da una quarantina d’anni: La Critica Sociale, il Giorno, Italia Oggi, la Rai, Mediaset per più di 20 anni. Ora sono commentatore del Giornale. Ho scritto saggi e biografie, da quella di Enrico Mattei a quella del bandito Giuliano, da quella di Guglielmo Giannini – “Il Qualunquista”, definizione oggi tanto di moda – a quella di Achille Lauro. L’elenco completo è nella sezione “I miei libri”.
Politicamente mi considero un liberale e un liberista, ritenendo superflua questa distinzione fra i due termini, che esiste solo in italiano: in altre lingue, ad esempio l’inglese, non è neppure concepibile, chi è liberale è implicitamente anche liberista; parola che, anzi, in quella lingua neppure esiste. Insomma da liberale sono profondamente anti-statalista, e non solo in economia. Considero cioè lo stato, il suo apparato, un male necessario, che perciò, per il primo termine di questa definizione, deve essere ridotto al minimo indispensabile, in particoare se, come nel caso italiano, è uno stato inefficiente, pletorico, parassita e ingiustificabilmente costosissimo. Per tutto questo sono anche un convinto federalista.
Penso perciò che l’Italia abbia bisogno di riforme profonde e radicali ma che, ahinoi!, il nostro pervasivo e paralizzante sistema di pesi e contrappesi, poteri e contropoteri, bilanciamenti esasperati le renda praticamente impossibili. Temo, cioè, che in nostro sia un paese irriformabile. Ma, naturalmente, spero di sbagliarmi.

Questi sono i libri che ho scritto finora:

Per Mondadori Editore:

“MATTEI – Storia dell’italiano che sfidò i signori del petrolio” (2004).

“INSURREZIONE” – Le terribili giornate che seguirono l’attentato a Palmiro Togliatti del 14 luglio 1948, quando sembrava che la rivoluzione comunista fosse cominciata (2006).

“NELLA STANZA DEL SINDACO” – Intervista a Gabriele Albertini sulla sua vicenda di sindaco di Milano per due mandati in anni di grandi trasformazioni della metropoli lombarda (2006)

“IL BANDITO GIULIANO” – Storia dell’ultimo brigante rurale e del primo bandito moderno nella Sicilia dell’immediato dopoguerra (2007)

“MEMORIE DI UN PARTIGIANO ARISTOCRATICO” – La vita avventurosa, l’impegno civile e politico, l’intensa vicenda umana di Paolo Brichetto Arnaboldi, padre di Letizia Moratti (2007).

“IL QUALUNQUISTA” – La biografia di Guglielmo Giannini, l’uomo che inventò il qualunquismo e l’antipolitica (2008).

“‘O’ COMANDANTE” – La biografia di Achille Lauro (2009).

“FESTIVAL – 60 anni di Sanremo, una storia italiana”. Non solo solo canzonette: un modo per interpretare l’evoluzione del costume e della società dagli anni della ricostruzione ai giorni nostri (2012).

In precedenza per le Edizioni del Sole 24 Ore:

“FIAMME GIALLE” – La storia e una radiografia della Guardia di Finanza.

“LA TV SECONDO ME” – Intervista a Maurizio Costanzo sull’evoluzione della televisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *