Diritti delle donne in cambio di moschee

donne-islamicheIl problema della costruzione di nuove moschee a Milano, con le sue complicazioni dovute ai rapporti con Corte costituzionale, Corte dei conti eccetera e fra Comune e Regione, sembra diventato centrale nel dibattito preelettorale, come se la città non avesse altri e più urgenti problemi, ma tant’è.

Ma forse i candidati sindaco dovrebbero – prima e in cambio di tanto impegno – porre alcuni seri e concreti problemi alle comunità islamiche milanesi, a cominciare dal rispetto sostanziale dei diritti sanciti dalla nostra Costituzione, dalle convenzioni internazionali, dai nostri modelli sociali, a cominciare dai diritti delle donne. Continua a leggere

Legge elettorale? Chi se ne frega!

Da settimane i leader e i portavoce di tutti i partiti e  l’intera cosiddetta “grande stampa” con i loro commentatori di punta cercano di convincerci che il problema principale del paese sia la riforma della legge elettorale, che gli italiani non vanno a votare perché quella vigente, soprannominata “porcellum”, non piace agli elettori perché non permetterebbe loro di scegliere chi eleggere (come se avessero mai veramente potuto scegliere) e che questo provoca generale repulsione per la politica. E’ evidentemente una colossale balla, perché agli italiani della legge elettorale non interessa assolutamente nulla e anzi tutti questi discorsi sulle complicate tecniche di voto danno fastidio.

Continua a leggere