Napolitano riformatore involontario

Forse il vecchio Napolitano non meritava di concludere così affanosamente la sua lunga vicenda politica e il settennato da presidente della Repubblica. Fatto sta che con il suo apprezzabile interventismo, dovuto soprattutto alla sua buona volontà, e una estensiva interpretazione del suo ruolo, la cosa che gli è riuscita meglio era certamente estranea alle sue intenzioni, se non diametralmente opposta: giacché ha trasformato, di fatto, una repubblica strettamente parlamentare in semipresidenziale, e senza mettere mano alla Costituzione vigente, della quale, anzi, “Re Giorgio” si è sempre professato fedele interprete e strenuo difensore.
E’ una lezione della quale non si può non tenere conto scegliendo il successore di Napolitano, perché si tratta di decidere se eleggere un continuatore di questa linea innovatrice e involontariamente “semipresidenzialista” dell’ultimo Napolitano o un conservatore, che ci riporti nella più tradizionale (e inconcludente repubblica iper-parlamentare. Ma soprattutto di questa torsione involontariamente impressa da “Re Giorgio” alla figura del Capo dello Stato bisognerà tenere conto quando, finalmente, si metterà mano alla tanto attesa (da una trentina d’anni almeno) riforma delle istituzioni. Bisognerà fare delle scelte che di fatto e involontariamente Napolitano ha compiuto. Anche se non sembra che se ne sia accorto ne, tanto meno, pentito.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

5 risposte a “Napolitano riformatore involontario

  1. Vecchio!……………..ecco la parola chiave che dovrebbe sparire dalla politica italiana,invece da ben 20 anni o giù di lì girano le stesse facce e promesse che ogni anno o campagna elettorale vengono fatte ai cittadini.Allora questo paese ha bisogno di gente nuova e giovane con idee e fatti ove il paese possa uscire da questa nebbia che hanno creato i vecchi della politica!.Altri paesi europei non hanno questa lentezza burocratica che ogni cittadino deve affrontare ogni giorno,districandosi in leggi che impediscono con altre leggi lo sviluppo di questo paese!.

  2. Buonasera.
    Non sono certamente io che devo giudicare l’operato del Presidente Napolitano, una cosa però mi permetto di dirla.
    La nostra costituzione è ormai obsoleta, il mondo è cambiato e le leggi che costituivano la stessa, erano fatte per i tempi passati, purtroppo siamo in balia di globalizzazioni e europerismo
    frenetico.
    Nel ventunesimo secolo non si può dire a un paese, torniamo a fare i conti con carta e penna,
    ci sono leggi nella costituzione che, tutelano l’operato dei politici, qualsiasi risultato ottengano.
    Leggi che assolvono in ogni caso il furbetto del quartiere e rendono sovrano tutto il sistema
    politico e giudiziario.
    Il popolo è sovrano, stà scritto nella costituzione, ma non mi sembra che la cosa sia di normale
    prassi nel nostro paese, tutte le leggi fatte non sono passate dal popolo e abbiamo un Presidente
    del Consiglio eletto da chi ?
    In Italia siamo in mano ai poteri forti e della costituzione non frega niente a nessuno, per quanto riguarda la riforma delle istituzioni, possiamo aspettare ancora un centinaio di anni, questi personaggi politici non si sogneranno mai di fare leggi a loro sfavore.
    Se dovessimo mandare in esilio tutti i politici che hanno rubato, sono certo di una cosa, nei
    palazzi del potere ci rimarrebbero solo (forse) gli usceri.
    Caro Presidente della Repubblica, Lei ha cercato di giocare una finale di coppa del mondo, ma
    gli stessi giocatori erano e sono da mandare in tribuna, nemmeno in panchina.
    Naturalmente Lei era l’allenatore.
    Un caro saluto a tutti.

  3. napolitano tutto quello che ha fotto è esclusivamente dovuto alla sua natura comunista la piu’ gretta ed ignorante possibile giustificato da una nazione di parlamentari falliti e bandertuole.La modifica primaria della costituziona è che il presidente deve essere eletto dal popolo e non dal parlamento poi tutto il resto viene a ruota la nosta costituzione è vecchi e va cambiata ma con questi delinquenti e parolai che ci metterà mano solo Dio sà cosa ne uscirà fuori.Salui un LUPO molto arabbiato

  4. se siamo in queste condizioni di disperazione possiamo ringraziare RE Giorgio che ha incaricato Monti (regalando 16.000 € mese come senatore a vita ) a questo IMBECILLE oltre agli altri emolumenti derivanti dall’incarico di Presidente del Consiglio ,per distruggere ITALIA e Italiani . grazie di tutto Giorgio……….ti ricorderemo in ETERNO

  5. No.Non può reggerne il Presidente Giorgio Napolitano,poiché tutto ha una fine,non potreste pensare che vi é la Vecchiaia,Presidente Napolitano;allora metta,se vuole continuare a Presiederne La Repubblica Italiana,allora deve fare una Missione.Cioè Meditare,chi é + capace di poterne condurre una Repubblica Italiana e possa,almeno lei,Presidente Giorgio Napolitano,fare dei test interrogativi,a chi vuole fare Presiederne il Suo Posto.Buonasera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *