Basta soldi pubblici ai partiti

Da Lusi a Fiorito, per citare solo gli ultimi casi, ormai è chiaro che la strada giusta per portare fuori la politica da questo letamaio passa per l’abolizione di ogni forma di finanziamento pubblico ai partiti. Questi devono campare solo grazie ai contributi di iscritti e simpatizzanti e ai servizi (solo servizi!) messi a disposizione dalla Stato. Conosco l’obiezione: in questo modo la politica sarà tutta in mano ai ricchi che potranno pagare i partiti mettendoli al loro servizio. Non è così.
Per prima cosa, come purtroppo sappiamo, già oggi i partiti possono essere finanziati da persone, aziende e gruppi interessati, le cui sovvenzioni si aggiungono ai finanziamenti pubblici miliardari elargiti a nostre spese. Si deve, naturalmente, mettere un limite reale e controllabile ai contributi privati e sottoporre regolarmente (e non occasionalmente) i bilanci dei partiti al vaglio della Guardia di Finanza e della Corte dei conti.
Ma i partiti, anche perché costretti a stringere la cinghia, devono cambiare radicalmente, diventare più “americani”. Con la fine delle ideologie saranno sempre di più dei movimenti d’opinione senza grosse costose e inutili strutture burocratiche, ridotte quasi a dei comitati elettorali che si mettono in moto in occasione delle votazioni o di particolari eventi politici. Oggi succede esattamente il contrario: si arriva a inventare dei partiti, spesso piccolissimi e privi di identità politica, solo per usufruire dei finanziamenti pubblici. A spese nostre, insomma. Finanziamenti dei quali poi si finisce per fare, come insegnano Lusi e Fiorito, un uso privato. E questo è una aberrazione che con la democrazia non ha nulla a che vedere.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

34 risposte a “Basta soldi pubblici ai partiti

  1. le mie proposte.1)non più soldi ai partiti,2)via il senato con tutti i senatori a sequito,snellire il parlamento,snellire le forze armate ,una sola pensione quando si finisce il mandato ,una sola professione .una commissione che gesisce i soldi pubblici.più ricambio nelle fabbriche .ritornare ai 40 anni di contributi è 60 anni di età .è una balla che si vive più al lungo .perchè gli ultimi anni li passi negli ospedali .tra visite e quantaltro.pene più severe per chi ruba la fiducia degli italiani.
    riformare la giustizia ,adesso fa schifo.dare più importanza al terzo settore.(VOLONTARIATO)
    per fare queste poche cose non c’è bisogno di un esercito di politici.

  2. Tutto logico. Ma c’è un ma….chi lo decide?Il parlamento che è un’emanazione dei partiti? No di certo. Mi pare che sia già stato fatto un referendum in proposito e che un certo signore con la complicità di tutti i partiti abbia fatto rientrare dalla finestra il triplo dei soldi – NOSTRI – dati in precedenza. Rifacciamo il referendum? Non vorrei che poi questi farabutti cambino nuovamente il nome di questi contributi aumentandone nuovamente l’importo.

  3. sono perfettamente d’accordo però bisognerà in concreto fare qualcosa e questo prima delle prossime elezione. Per es. raccogliere città per città le firme per poi promuovere una iniziativa di legge. Se non si fa questo è inutile fare commenti tanto oi sappiamo che la classe politica fa solo esclusivamente i propri interessi,

  4. A quando la rivoluzione? Non quella armata s’intende ma quella elettorale. Che nessuno vada a votare!!! Solita utopia la mia, purtroppo il popolo italiano è destinato a marcire in questo modo grazie non tanto ai governati ma a noi stessi , ai nostri consueti modi di fare, alle nostre continue ricerche dei potenti di turno per otteenere piccoli e grandi favori.
    Non abbiamo nessuna via di scampo, a meno che, e me lo auguro di tutto cuore, non si svegli un governente TEDESCO e venga a conquistarci per rimettere il nostro mondo nel giusto verso. L’italiano, lo abbiamo vissuto sulla nostra pelle dal dopoguerra ad oggi, non può e non deve essere governato da un suo connazionale!

  5. Sento questa storia da anni, ma non credo verrano mai presi provvedimenti in merito ai soldi ai partiti. Monti aveva iniziato con il dire che avrebbe tagliato questi finanziamenti, ha tagliato tutto a messo tasse anche sull’aria che respiriamo ma i finanziamenti ai partiti nemmeno li ha sfiorati.
    ITALIANI POPOLO DI PECORONI.

  6. Il problema non è cosa facciano con i soldi che gli diamo, ma perchè glieli diamo!
    Una volta che li hanno avuti che ci comprino pane e cipolle o ostriche e champagne non ci interessa. Quello che ci interessa è che non li abbiano più!

  7. Guarda caso questa idea geniale non è mai venuta in mente a chi è e a chi è stato Capo del Governo. VERGOGNA!
    E’ GIUSTISSIMO che chi voglia fare parte di un partito se lo AUTOFINANZI, così si vedrà chi resta e chi va.

  8. in primis il candidato dovrebbe avere valenza per una legislatura.
    quando escono fuori certe storie dovrebbero avere il coragio di dimettersi subito,
    perche volendo e nolente non e possibile che un G. manager come i governatori, sindaci, responsabili di partiti non sappiano cosa fanno i propri dipendenti.
    una volta accertato i fatti devono prima restituire e poi pagare anche penalmente,cosi come per chi può rubare una mela per fame ed essere incriminato.
    io vivamente credo nel mio piccolo che alle prossime elezioni se saranno presenti sempre le stesse facce farò opere di convincimento affinchè il voto non sia espresso.

  9. Bisogna assolutamente far cessare questa dilapidazione di denari pubblici.
    Bisognerebbe anche che chi per tanto tempo ha sprecato e ingannato restituisse (solo in tal caso equitalia potrebbe diventare utile)
    Inoltre bisognerebbe liceziare tutti i responsabili di questo disastro.
    Non succederà mai: chi ha il potere lo difende fino alla morte.

  10. se c’è il rischio che senza che senza il finanziamento ai partiti la politica finisce in mano ai ricchi sono d’accordo purchè i ladri e approfittatori vengano radiati da tutte le cariche e vadano in galera non in collegio come il signor lusi.

  11. mi auguro che il signor monti e compagni prendano provvedimenti seri perchè alla gente che non può fare la spesa per i loro bambini questo porcile non lo sopporta più , quindi signori del governo tecnico stiamo attenti .

  12. Prima di tutto la cosa migliore da fare è un referendum che dica ai cittadini se vogliono che i partiti debbano avere soldi pubblici,poi i soldi spariti e sperperati devono essere restituiti entro l’anno e sempre con referendum si decida lo stipendio di un politico……………….perchè noi li abbiamo eletti e noi decidiamo cosa debbono fare e prendere sopratutto!.

  13. i nostri politici sono una vergogna, anche in questo periodo di crisi per tutti, dovevano mettersi una mano sul cuore e salvare il nostro paese e la popolazione piu povera che con poki euro al mese , non riesce neanche a comprarsi le medicine. i politi sono lo spreco, sono loro che ci stanno portando al fallimento. bisogna fare leggi che diano condanne esempleari, altrimenti si conitunerà a rubare . togliere il finanzimaneto ai partiti,ridurre i parlamentari, segretari , consiglieri,tanto non servono, non sanno governare. io sono fermamente convinto che se andassimo noi popolino a governare lo faremmo molto meglio. andate tutti ai lavori pesanti altro che ostriche e champagne

  14. la cosa più strana è che tutta l’europa per non dire il mondo s’à di queste vergogne italiane, una volta accertato tutte queste vergogne perche non fanno restituire il maltolto comnciado dalle propieta fatte con i ns soldi.
    mi vergogno di tutto ciò, io ho 30 di servizio nei vigili del fuoco x avere una pensione di appena €1500,00 al mese e sentire tutti questi sprechi mi sento male.
    Il sig monti non interviene su queste cose………….

  15. Partiti=Regime (che loro chiamano democrazia)
    Politici=Parassiti voraci che hanno distrutto l’Italia (il loro motto è “magnam magnam finchè possiam” e per il lororo elevato costo dicono: “La democrazia costa”.

  16. bisogna cambiare il sistema politico e mandare a casa i vecchi leoni, i nostri politici si sono arricchiti con i nostri soldi e noi paghiamo.
    per sanare il debito consiglio di far tirare fuori una somma di € 400.000 per ogni politico
    dal 1970 ad oggi, tutti hanno fatto soldi che li tirassero fuori, cambiarebbe del tutto la nostra vita,quella dei nostri figli e dell’italia.

  17. Basta scherzare! IL FINANZIAMENTO PUBBLICO O RIMBORSO ELETTORALE O QUANT’ALTRO e’ fuorilegge,perche’ abolito da referendum.Quando i magistrati arresteranno i politici per furto ed apropriazione indebita?

  18. concordo con tutti i commenti fin quì scritti.ed aggiungola crisi la stanno aggravando loro.l’equità di mario monti ,non vi è traccia.il popolo sovrano ma dove stà,se chi deve dare l’esempio continua a vessare i conti pubblici.e sopratutto il cumulu di pensioni NO SE NO NDO STA L’EQUITA’.

  19. d’accordissimo sullo stop di qualsiasi tipo di finanziamento dei contribuenti a chi fa politica:i soldi dei contribuenti debbono essere usati solo per opere di pubblica utilita’ e chi intende dedicarsi alla politica abbia uno stipendio minimo e utilizzi soldi propri e o forniti da sostenitori.il tutto finalmente al chiaro di sole perche’ la politica e’ anche bella ma cosi’ ce la stanno facendo schifare al massimo.

  20. Basta più soldi ai partiti sono dei ladri ! E ora di finirla facciamo tante firme per abolire il finanziamento. Sbrighiamoci tutti insieme ….italiani svegliamoci ..questi ci mangiano vivi! Che aspettiamo ..pronti ..via ! Bastaaaaaaaaa

    • Il referendum per abolire il finanziamento pubblico dei partiti fu promosso dai Radicali negli anni ’80 e ottenne una maggioranza schiacciante, intorno al 90%. Ma il Parlamento lo aggirò cambiando il finanziamento in “rimborso spese elettorali”, ben più ingenti. Una truffa.

  21. La magistratura che non vede e non sente ,il popolo con un referendum 20 anni fa aboli il finanziamento ai partititi . Come mai oggi ci truffano con il rimborso elettorale.La magistratura che non vigila la corruzione politica ?

  22. Ho letto e riletto le vostre opinioni, ma non andando a votare i soliti ignoti che tutti conosciamo andranno sempre a spartirsi i nostri soldi. Perchè tutti quelli che vengono foraggiati e alimentati dai partiti voteranno e basteranno. Dobbiamo unirci attraverso questi Forum o Blog, e con un passa parola far si che si votino volti nuovi. I partiti si finanziano tutti con i nostri soldi oltretutto per non apparire da vampiri ai nostri occhi hanno messo Monti a farlo per loro, Bersani,Di Pietro,Bossi Berlusconi,Casini,Fini, e tutti gli altri con o al di fuori del Governo.Ci hanno anche aumentato le tasse, la fornitura elettrica, il gas, l’acqua, l’assicurazione, i ticket farmaceutici, su esami ecc., spese sanitarie in genere, spese scolastiche, per strada ci multano per un nonnulla. L’euro e raddoppiato in fatto di spesa, prima costava tutto 1000 lire ora 1 euro, i Partiti di sx vicini ai lavoratori non ci sono più, e ora che la nave stà affondando nessuno vuole abbandonarla perchè è carica di soldi. I comunisti con Bertinotti non sono stati più votati dai loro iscritti avete visto che fine hanno fatto, essi stessi dicevano che Craxi aveva derubato l’Italia e loro che ci derubano con il finanziamento ai partiti quando avevamo detto di no. Perchè non diamo una possibilità anche al movimento a 5 stelle, agli altri abbiamo dato tante volte questa possibilità e ci hanno sempre imbrogliato, anche Renzi non sarebbe male, ma si autofinanzia con i ns. soldi. saluti a tutti

  23. Basterebbe che ogni italiano faccia un semplicissimo cesto….al momento della consegna della scheda elettorale, con la stessa in mano…si dica pubblicamente davanti ai membri commissione presenti…
    ” IO TAL DE TALI, NON MI SENTO RAPPRESENTATO DA NESSUN PARTITO PRESENTE IN LISTA E CHIEDO DI ANNULARE LA MIA VOTAZIOE E DI ESSER MESSA A VERBALE” la commissione è obbligata a registrare la richiesta.

    il voto non andra’ a nessuno…visto è registrato il nullo…e sopratutto l ‘euro a persona che va diviso ai partiti…non arrivera’ agli stessi.
    Paghiamo per avere Diritto ad esser governati….ma ci vogliamo svegliare o NO?

    siamo presi per il culo da tutti…e su tutto…vogliamo continuare?

    Ora meditate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *