Merkel buona, Buba cattiva

Ormai è chiaro: la cattiva non è Angela Merkel ma la Buba, la Bundesbank, la mitica e rigidissima banca centrale tedesca. Infatti appena il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi si è esposto con fermezza e coraggio manifestando l’intenzione di fare di tutto per salvare l’euro, la cancelliera tedesca si è subito schierata con lui. Non aspettava altro. Angela buona, Buba cattiva. Continua a leggere

I non-matrimoni burocratici di Pisapia

(da Il Giornale)
di Carlo Maria Lomartire
Per dimostrare che ce l’hanno messa tutta, ma proprio tutta, hanno voluto concludere che quasi albeggiava, verso le 4 di venerdì mattina – ma non oltre, per salvare il fine-settimana lungo, intoccabile d’estate. Infatti, adottando anche per questo surreale dibattito in Consiglio comunale sulle “unioni civili” una perversa prassi utilizzata per le trattative sindacali, tirando mattina ciascuna delle parti ha potuto dimostrare ai propri supporter di aver fatto il massimo per tenere le proprie posizioni: una estenuante gara di fondo, quasi dodici ore per la terza seduta che l’assemblea di Palazzo Marino ha dedicato a questo argomento. Continua a leggere

L’alibi di Pisapia

(Da Il Giornale)
di Carlo Maria Lomartire
Nel quattordicesimo mese dell’Era Pisapia, riepiloghiamo: cosa ha combinato fino ad oggi questa giunta? Quali sono i segnali forti del mutamento, di quell’annunciato vento nuovo che dovrebbe trasformare Milano per lanciarla verso un futuro fulgido e gioioso? Che segni, stando a quanto possiamo vedere fino ad ora, il governo arancione è destinato a lasciare sulla città? Ci vengono in mente, inevitabilmente, l’Area C, evoluzione fiscal-tecnologica dell’Ecopass morattiano, un giugulatorio aumento di tasse e tariffe, un ridimensionato e impoverito Pgt, piano regolatore. Tutto qui. Ma ecco arrivare, in questi giorni la ciliegina rossa sulla torta arancione: finalmente il registro delle coppie di fatto – proprio nei giorni, ma guarda tu la combinazione, in cui il Pd si dilania sul matrimonio tra omosessuali. Continua a leggere

Viva Zapatero!

Finalmente Zapatero ce l’ha fatta. Per anni ha annunciato l’imminente sorpasso dell’economia italiana da parte di quella spagnola, ma erano sempre chiacchiere propagandistiche di un leader in difficoltà. Stavolta, invece, sembra proprio che il suo sogno si avveri.
Purtroppo, pero’, le cose non stanno andando esattamente come auspicava il celebrato e da qualcuno invidiato capo dei socialisti spagnoli, perché il sospirato sorpasso avviene, ahinoi, in discesa, nella corsa al default, alla bancarotta dello stato. Almeno stando alle apprensioni manifestate dallo stesso governo di Madrid. Noi comunque auguriamo ai cugini iberici di non passare quel temuto traguardo. E, per quanto riguarda noi italiani, naturalmente ci auguriamo altrettanto, oltreché di non arrivare secondi.